CON IL SUPPORTO DI THE FAMILY OFFICER GROUP

Ad Alessandro Giudice il ruolo di Managing Director della nuova società

Roma/Londra – YOURgroup, la società leader in Italia nel Fractional Executive, annuncia di aver avviato le attività della sua controllata in Gran Bretagna, nella simbolica giornata di venerdì 13 dicembre, in coincidenza con i risultati elettorali inglesi che hanno dato un ampio mandato a Boris Johnson.

A guidare il progetto è stato chiamato Alessandro Giudice con il ruolo di Managing Director, partner fin dall’avvio di YOURgroup nella divisione yourCFO. Alessandro Giudice è un manager di lunga esperienza avendo collaborato con numerose realtà nazionali ed internazionali, in particolare nel mercato inglese, tra cui HSBC, Morgan Stanley e Chase Manhattan. Giudice ha inoltre conseguito il Masters in Finance alla London Business School.

YOURgroup UK sarà affiancato nel progetto da The Family Officer Group, struttura professionale basata a Londra da oltre 20 anni e riconosciuta da numerosi imprenditori italiani e istituzioni come partner ideale per l’approvo in UK, oltre che come investitore in startup italiane.

Il Ceo di The Family Officer, Matteo Cerri, commenta: “Per il nostro Gruppo lavorare con YOURgroup non è una semplice partnership, ma un messaggio forte per gli imprenditori e gli investitori dei nostri Paesi (Italia e UK). La Brexit è un cambiamento drammatico, ma anche una incredibile opportunità perlavorare meglio e sfruttare le occasioni di business che gli imprenditori italiani possono trovare nel fertile sistema inglese. YOURgroup ha tutte le qualità per far beneficiare i suoi clienti di questa situazione e siamo onorati di poter essere di supporto a questo ambizioso progetto“.

Conclude Andrea Pietrini, Chaiman e fondatore di YOURgroup: “Da tempo riteniamo la crescita internazionale una tappa fondamentale nello sviluppo della nostra società. Dopo essere approdati in Svizzera e Francia, vediamo il Regno Unito, soprattutto in questo momento, come una opportunità per manager di caratura internazionale come quelli che il Gruppo può esprimere, di contribuire a supportare aziende che operano in modalità cross border con il Regno Unito in questomomento storico”.